Skip to main content
Ma un triste destino era alle porte: Il 12 Aprile 1968, purtroppo, il Professor Nordhoff moriva. La sua prematura scomparsa non solo era una grave perdita per la famiglia, ma causava un durissimo colpo in Volkswagen e notevoli problemi in PORSCHE.

Infatti, il suo successore Dott. Lotz, non riconosceva gli accordi stabiliti con una stretta di mano nel “patto tra gentiluomini” tra Nordhoff e Porsche in merito al costo della fornitura della Karmann; Lotz riteneva infatti che la Volkswagen avesse diritti esclusivi sul design della 914 e che se la PORSCHE si fosse servita della Karmann, avrebbe dovuto versare una percentuale per ogni singolo pezzo a favore della stessa Volkswagen.

Tutto questo provocava un considerevole aumento dei costi di produzione.
Lo stravolgimento dei piani stava causando un’inevitabile rottura tra le due Case, ma dopo parecchie negoziazioni ed accordi, si approdava definitivamente alla formazione di una società. Le ultime intese erano annunciate nel Gennaio 1969 e nel seguente Aprile venive finalmente costituita a Ludwigsburg (alle porte di Stoccarda) la VW-Porsche Vertriebsgesellschaft Gmbh, con una compartecipazione al 50%.

 

                      

 

Una parte degli accordi nella formazione della VW-Porsche VG, riguardavano le previsioni di vendita (stima attorno alle 30.000 unità all’anno) e la commercializzazione del prodotto.
In molti mercati mondiali ed europei la distribuzione era affidata alla rete VW fatta eccezione per la Francia, l’Inghilterra e gli Stati Uniti dove le 914 erano riconosciute come PORSCHE a tutti gli effetti.

Finalmente ora si poteva lanciare la 914 sul mercato

 

Il Registro Italiano Porsche 914 è anche su